Integratori Science in Sport: ottimi, ma… [Recensione]

Alcuni integratori di Science in SportNe ho sempre sentito parlare, tanti li usano e un amico me li ha consigliati. A questo punto ho approfittato di un’offerta e ne ho fatto scorta. Ecco la mia prova degli integratori Science in Sport!

Cos’hai preso da Science in Sport?

Durante i miei lunghi uso le classiche bevande isotoniche, qualche gel e, se sforo negli orari vicini a pranzo o cena, qualche barretta o un po’ di frutta secca. Ho quindi preso un paio di pacchi di gel di gusti misti, un tubetto di tabs GO Hydro al limone per fare bevande isotoniche e, novità per me, un barattolo di REGO Rapid Recovery Powder, per il recupero da gare e lunghi.

Un’ottima azienda, con attenzione al cliente

Subito mi ha impressionato la professionalità. Al primo ordine c’è stato un disguido nelle spedizioni, può capitare. Grande sorpresa trovare il supporto clienti aperto di domenica tramite la live chat. Problema risolto in pochissimo tempo. Un po’ meno il team di nutrizionisti. Come consigliatomi dalla ragazza del supporto, ho inviato una domanda via mail, di cui sto ancora attendendo risposta, ma in fondo sarebbe bastato leggere gli ingredienti. Aggiungi sconti frequenti e spesso sostanziosi, promozioni quasi ogni settimana e un sistema di punti fedeltà fatto veramente bene e capirai perché ci si affeziona presto.

Le tabs: La prova

Le tavolette arrivano in un comodo tubetto da 20, una ogni 500 ml di acqua. Sono compresse effervescenti, bisogna solo stare attenti al gas prodotto, facile da far sfiatare nelle borracce, un po’ meno dai sacchi idrici. Durante l’ultimo GT5 mi sono portato dietro l’intero tubetto, non si è mai aperto e nessun fastidio. Al gusto sono ottime, non danno alcun problema in bocca e vanno giù come acqua. I valori di reintegro direi che sono ottimi, nessun problema durante la gara.

I Gel: La prova

I gel sono un po’ più grossi del solito, 60 g ciascuno. Anche di questi ciò che stupisce è il gusto: anche quelli solitamente più problematici non sono stopposi in bocca e non creano problemi. La maggiore dimensione fa sì che ne usi in minor numero durante la gara, e sono forse anche più trasportabili. Anche qui nessun problema

Il beverone: La prova

Questa è stata una novità per me, non ne avevo mai fatto uso in passato. Ottimo gusto, cioccolato e arancia, forse un po’ pesante da buttare giù tutto entro la mezz’ora indicata. Specie per chi, come me, ha lo stomaco chiuso alla fine dei lunghi e lunghissimi. Devo essere sincero: funziona! Solitamente da gare come il GT5 ho bisogno di almeno una settimana per ricominciare a correre. Se non fosse che non volevo strafare e che volevo provare il recupero in bici, un paio di giorni e quasi quasi avrei rimesso le scarpe.

Ottimi prodotti, ma…

Fin qui la recensione è stata tutta positiva, e non si poteva fare altrimenti. Una cosa che però mi ha colpito è stato il limite nella dose consigliata giornaliera. Tutti i prodotti hanno la dicitura “non consumare più di tot prodotto al giorno”. La cosa mi ha incuriosito, ho provato a chiedere al team di nutrizionisti di Science in Sport (vedi sopra) e poi ho letto gli ingredienti. E qui l’unico neo di questi prodotti: edulcoranti artificiali ovunque, e lo ripeto: OVUNQUE. Questa cosa sinceramente non mi è piaciuta. Siamo nel 2018 e ormai persino la Coca Cola ha fatto bevande dolcificate con stevia, quindi le alternative a questi prodotti non proprio salutari (pare persino cancerogeni) ci sono. Inoltre ne devo capire il motivo di usarli nei prodotti energetici per lo sport, quasi tutti a base di carboidrati e quindi con mille e più alternative possibili.

Mi sono sinceramente trovato molto bene con Science in Sport, ha ottimi prodotti e un rapporto qualità/prezzo molto buono. Ma il discorso degli edulcoranti, peraltro pratica decisamente diffusa tra i produttori del settore, mi ha deluso parecchio. Sono sincero, nonostante l’ottima impressione sia come prodotti che attenzione al cliente, sto cercando alternative.

Tu hai mai provato i prodotti di Science in Sport? Come ti ci sei trovato? Conosci prodotti analoghi senza edulcoranti artificiali? Facci sapere, sono curioso di sapere la tua opinione!

La mia storia sportiva inizia sin da bambino, quasi sempre atletica leggera (marcia). Dopo qualche anno di stop rimetto le scarpette e scopro il Trail Running e la sua filosofia. Da allora condivido questa mia passione e il mio territorio su questo blog

About Sirio

La mia storia sportiva inizia sin da bambino, quasi sempre atletica leggera (marcia). Dopo qualche anno di stop rimetto le scarpette e scopro il Trail Running e la sua filosofia. Da allora condivido questa mia passione e il mio territorio su questo blog

I commenti sono chiusi