Santuario N. S. di Montenero

fotografia del piazzale del Santuario

Photo by Wikimedia Foundation

Il poeta Cardarelli scriveva:

O chiese di Liguria, come navi

disposte ad esser varate

Ci sono poche chiese che rendono di più l’idea del Santuario di N.S. di Montenero. Raggiungibilissimo per noi Trailer, è anche uno dei punti panoramici più belli della costa.

La storia

Le prime notizie risalgono al 1335, ma si suppone sia dell’XI o XII secolo. Della struttura originaria non rimane più nulla, ormai cancellata dai restauri settecenteschi e ottocenteschi. L’immagine sacra originale è andata perduta, sostituita da una raffigurazione della Madonna di epoca ben più recente. Sull’icona originale, probabilmente di origine bizantina, viene narrata una leggenda. Si dice che, per salvarla dall’assalto dei Longobardi, venne nascosta sottoterra. Recuperata un secolo dopo, venne ritrovata integra e nel punto del ritrovamento scaturì acqua sorgiva.

Cosa vedere

Se ti piace la storia e l’arte, è sicuramente da visitare, nonostante l’epoca recente dello stato attuale. Ma in ogni caso non potrai evitare di piazzarti di fronte alla chiesa e ammirare il panorama. Dalla Costa di Lemmen sulla sinistra la visuale è a più di 180°, arrivando a vedere quasi tutte le Cinque Terre e, in caso di buona trasparenza dell’aria, anche oltre, fino a scorgere le Alpi Marittime e la Francia, oltre isole come la Capraia e Capo Corso.

Come arrivare

Il Santuario di N.S. di Montenero è preciso sul tracciato dello SVA, nel tratto tra Riomaggiore e il colle del Telegrafo. Da Riomaggiore, precisamente al Lavaccio, parte la scalinata che porta su al Santuario, costellata di immagini votive donate dalle famiglie del paese. Dal Colle del Telegrafo, subito a destra del ristorante parte il sentiero, un po’ tecnico in alcuni punti, che scende con molti punti panoramici. Altrimenti è possibile prendere la sterrata di fronte al ristorante che si ricongiunge al sentiero poco prima del Santuario stesso. Se vuoi fare il pigrone è raggiungibile anche dalla Litoranea delle Cinque Terre, dove è molto ben segnalato l’attacco della scalinata che sale (sì, qualche gradino ti tocca comunque farlo).

Chiese come navi pronte al varo. A mio avviso ci sono poche chiese in cui questa propensione al mare è così evidente. Dall’alto del suo promontorio sembra quasi voler prendere la rincorsa per lanciarsi in mare. E tu ci sei mai stato? Conosci altre chiese simili? Faccelo sapere nei commenti!

La mia storia sportiva inizia sin da bambino, quasi sempre atletica leggera (marcia). Dopo qualche anno di stop rimetto le scarpette e scopro il Trail Running e la sua filosofia. Da allora condivido questa mia passione e il mio territorio su questo blog

Ti è piaciuto? Diventa produttore di Running in Cinque Terre!

About Sirio

La mia storia sportiva inizia sin da bambino, quasi sempre atletica leggera (marcia). Dopo qualche anno di stop rimetto le scarpette e scopro il Trail Running e la sua filosofia. Da allora condivido questa mia passione e il mio territorio su questo blog

I commenti sono chiusi